Ultima modifica: 25 Maggio 2020
Istituto Comprensivo "F. Gatti" Curno > Circolari > Modalità operative apertura sede “Rodari” I.C. “F. Gatti” di Curno Aggiornamento

Modalità operative apertura sede “Rodari” I.C. “F. Gatti” di Curno Aggiornamento

Aggiornamento modalità operative per l’apertura della sede Rodari

Print Friendly, PDF & Email

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “F. GATTI” di CURNO

C.F. 95118930163 – Cod. Mecc. bgic84500a
Via IV Novembre 33 – 24035 Curno (BG) –  035/4156696
e-mailbgic84500a@istruzione.it – pecbgic84500a@pec.istruzione.it –

sito webwww.iccurno.it

Curno, 25/05/2020

Cir. n. 157

Prot. n. 3082/01-03

 

Al Personale dell’I. C.  F. Gatti” di Curno

Alle RSU e RLS

Al sito WEB

 

Oggetto: Modalità operative apertura sede “Rodari” I.C. “F. Gatti” di Curno aggiornate in
                  seguito alle precisazioni in ordine al DVR del rischio biologico da SARS-COV 2 comunicate dal
                  RSPP dell’Istituto il 18 maggio 2020

L’informazione preventiva e puntuale è la prima iniziativa di precauzione e per questo motivo l’Istituto Comprensivo “F. Gatti” di Curno si impegna a portare a conoscenza dei propri dipendenti e dei terzi (genitori, fornitori ecc.), attraverso apposite note scritte, tutte le informazioni necessarie alla tutela della salute e della sicurezza delle persone presenti nell’Istituto con adeguati contenuti.

L’Istituto Comprensivo “F. Gatti” di Curno porterà a conoscenza, anche attraverso strumenti informatici, a tutti coloro che (dipendenti, genitori, fornitori etc) si accingono a fare, occasionalmente o sistematicamente ingresso in Istituto con una specifica nota contenente tutte
le indicazioni sottoindicate:

Gestione entrata e uscita dei dipendenti
L’accesso ai luoghi di lavoro deve avvenire: riservando, se possibile, una porta all’ingresso ed una porta diversa all’uscita, indicandoli chiaramente con cartelli “INGRESSO” e “USCITA”.Orari di ingresso e uscita scaglionati in modo da evitare il più possibile contatti.

1. Nessuno potrà entrare nei locali dell’Istituto se non dopo aver ricevuto la presente specifica nota informativa. Con l’ingresso in Istituto si attesta, per fatti concludenti, di averne compreso il contenuto, si manifesta adesione alle regole ivi contenute e si assume
l’impegno di conformarsi alle disposizioni ivi contenute.

2. Modalità di ingresso in Istituto
Il datore di lavoro metterà a disposizione il registro delle presenze per agevolare la ricostruzione dei contatti, si eseguiranno le operazioni di controllo della temperatura e quelle conseguenti nel pieno rispetto della privacy.
Tra le informazioni contenute nella seguente nota informativa sono presenti:

  •   l’obbligo di rimanere al proprio domicilio e di non entrare in Istituto in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria.
  • la consapevolezza e l’accettazione del fatto di non poter fare ingresso o di poter permanere in Istituto e di doverlo dichiarare tempestivamente laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistono le condizioni di pericolo (sintomi di influenza, temperatura (oltre 37.5°).
  • l’impegno a rispettare tutte le disposizioni del Dirigente Scolastico nell’accesso in Istituto come nel mantenere la distanza di sicurezza, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti corretti sul piano dell’igiene.
  • l’impegno a informare tempestivamente e responsabilmente il Dirigente Scolastico della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della prestazione lavorativa avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persopresenti.Rispetto della privacy.
    3. Compilazione registro delle presenze e tempo di conservazione
    Uno di principi basilari su cui si fonda la fase 2 è quello della tracciabilità dei contatti. Il datore di lavoro deve poter ricostruire in maniera precisa le presenze all’interno dei locali in modo da poterle condividere con l’Autorità Sanitaria qualora la stessa rilevasse lo stato di positività al Covid-19 di un lavoratore o di un soggetto che a vario titolo abbia frequentato i luoghi di lavoro. Perciò:
  • Viene istituito un registro delle presenze
  • Tale registro sarà compilato da un singolo soggetto individuato per tale compito (collaboratore scolastico)
  • Tale registro dovrà essere conservato per 14 giorni

  Modalità di accesso dei fornitori esterni

L’Istituto Comprensivo “F. Gatti” di Curno si impegna a comunicare le procedure di ingresso anticipatamente ai fornitori in modalità informatica. Dove non fosse stato possibile verrà consegnata, comunque, prima dell’ingresso in Istituto la presente informativa scritta
contenente tutte le indicazioni a cui dovranno attenersi i terzi durante la permanenza nei locali o negli spazi dell’Istituto.

Le indicazioni sono le seguenti:

  • Mantenere la distanza di almeno un metro
  • Dotarsi di guanti per ricevere e firmare la documentazione
  • Dotarsi di mascherina
    Accesso ai servizi igienici predisposti dall’Istituto del personale esterno
    L’accesso ai servizi igienici del personale esterno sarà consentito in servizi dedicati che saranno sempre tenuti puliti.
    Consegna del materiale
    La consegna del materiale dovrà essere effettuato previo accordo con il responsabile del procedimento acquisti, stabilendo data e orario telefonicamente o tramite e-mail.

   Precauzioni igieniche personali per il personale dipendente dell’Istituto
L’igiene personale eseguita correttamente è decisiva per la riduzione della diffusione del virus. In tutti i locali igienici saranno esposti dei cartelli contenenti le indicazioni inerenti le modalità di pulizia a cui tutto il personale dipendente deve attenersi.
Nei luoghi distanti dai servizi igienici sono collocati e mantenuti costantemente riforniti distributori di gel per le mani, con l’invito ad un frequente uso da parte di tutti gli operatori. In prossimità del distributore gel è affisso il cartello che descrive le modalità di igienizzazione delle mani. L’Istituto assicura che tutte le persone presenti in Istituto abbiano la possibilità di ricorrere al gel con semplicità e con la frequenza ritenuta opportuna.
L’Istituto Comprensivo “F. Gatti” di Curno ricorda la corretta e frequente igienizzazione delle mani con acqua e sapone o gel disinfettante.

Dispositivi di protezione individuale per il personale

1. Mascherine tipo FFP2 (FFP3)

2. Mascherine chirurgiche

3. Gel disinfettante

4. Camice

5. Occhiali paraschizzi

6. Guanti usa e getta

Si precisa che:

  • Laddove non siano disponibili camici monouso, il camice in cotone dovrà essere sanificato mediante lavaggio a 60° per almeno 30 minuti, con eventuale aggiunta di candeggina al ciclo di lavaggio.
  • In caso di non reperibilità delle mascherine FFP”, il soggetto addetto alla rilevazione della temperatura, laddove gli ingressi non siano numerosi e si utilizzi un termoscanner a distanza, potrà indossare una mascherina chirurgica
  • I contenitori per i rifiuti (materiale monouso, fazzoletti e asciugamani in carta) dovranno essere chiusi; all’interno di ciascuno sarà collocato un sacchetto facilmente chiudibile che dovrà essere eliminato almeno una volta al giorno. Il soggetto incaricato di tale compito dovrà indossare mascherina chirurgica e guanti monouso e dovrà preoccuparsi di chiudere
    debitamente il sacchetto prima di gettarlo nel sacco dell’indifferenziata.

   Regole da seguire per il primo soccorso

Istruzioni operative per addetti al primo soccorso (protocollo INAIL per i centri sportivi applicabile per analogia).
“Per quanto concerne l’attività di salvamento in mare svolta dal “bagnino” o comunque di primo soccorso nei confronti dell’utenza, è da rilevare la necessità – stante la modalità di contagio da SARS-CoV-2 – di attenersi alle raccomandazioni impartite dall’Italian Resuscitation Council (IRC) nonché dall’European Resuscitation Council (ERC) nell’esecuzione della rianimazione
cardiopolmonare, riducendo i rischi per il soccorritore (nella valutazione del respiro e nell’esecuzione delle ventilazioni di soccorso), senza venire meno della necessità di continuare a soccorrere prontamente e adeguatamente le vittime di arresto cardiaco. Nel rispetto del criterio di sicurezza, è necessario quindi considerare e valutare come proteggere contestualmente i soccorritori dal rischio di contagio. Pertanto, ogni volta che viene eseguita la rianimazione cardiopolmonare (RCP) su un adulto è necessario diffondere le indicazioni fornite da ERC e IRC come di seguito riportato. In attesa di nuove evidenze scientifiche, si raccomanda di valutare il respiro soltanto guardando il torace della vittima alla ricerca di attività respiratoria normale, ma senza avvicinare il proprio volto a quello della vittima e di eseguire le sole compressioni (senza ventilazioni) con le modalità riportate nelle linee guida. Se disponibile un DAE utilizzarlo seguendo la procedura standard di defibrillazione meccanica. Si raccomanda di indossare i dispositivi di protezione individuale (DPI). Al termine della RCP, il soccorritore deve lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone o con gel per le mani a base di alcool. Si raccomanda, inoltre di lavare gli indumenti appena possibile e prendere contatto con le autorità sanitarie per ulteriori suggerimenti, se del caso.”

(in allegato le Raccomandazioni per la rianimazione cardiopolmonare dell’Italian Resuscitation Council)

Sanificazione dei luoghi di lavoro effettuata dai collaboratori scolastici

Con il termine “sanificazione” si intende un insieme di operazioni che interessano un’area, una superficie o un locale, che vanno oltre la semplice pulizia, intesa come eliminazione di polvere, macchie e sporco superficiale.

La pulizia degli ambienti dovrà riguardare anche tutte le superfici toccate più di frequente come:
porte, maniglie, finestre, tendaggi, vetri, tavoli, banchi, scrivanie, sedie, poltrone, tastiere pc, tablet, stampanti, interruttori luce, telecomandi. Per questo compito è necessario utilizzare panni in microfibra diversi per ciascun tipo di oggetto/superficie inumiditi con acqua e sapone e/o alcool etilico al 75% e candeggina.

La sanificazione degli ambienti: locali, servizi igienici ecc. dovrà essere effettuata giornalmente e possibilmente ad ogni cambio di turno e/o di personale.

Al termine delle operazioni di pulizia il personale, coll. scolastici, dovrà compilare su un apposito registro le pulizie effettuate indicando: nome e cognome, data, orario, cosa è stato sanificato.

Per maggiori approfondimenti consultare le indicazioni preliminari della fase 2 al fine di contenere
la diffusione del COVID19 negli ambienti di lavoro nelle schede allegate ed esposte all’albo.

 

                                                                                                                    IL DIRIGENTE SCOLASTICO
                                                                                                                   Prof.ssa Maria Lina Mazzoleni

                                                                                                                                                             Firma Autografa omessa ai sensi e per gli effetti
                                                                                                                                                                         dell’art.3 comma 2 D.to L.vo 39/93
Documento valutazione dei rischi
Titolo: Documento valutazione dei rischi (65 clicks)
Filename: 04-02-20-dvrgen-ic-gatti-1.pdf
Dimensione: 2 MB

DVR integrativo CORONAVIRUS 30.04.20-1
Titolo: DVR integrativo CORONAVIRUS 30.04.20-1 (30 clicks)
Filename: dvr-integrativo-coronavirus-30-04-20-1.pdf
Dimensione: 395 KB

Raccomandazioni IRC
Titolo: Raccomandazioni IRC (31 clicks)
Filename: raccomandazioni-irc.pdf
Dimensione: 342 KB

PRECISAZIONI rspp
Titolo: PRECISAZIONI rspp (35 clicks)
Filename: precisazioni-rspp.pdf
Dimensione: 226 KB

IOP Istruzioni Operative Ver. 03 03 20-1
Titolo: IOP Istruzioni Operative Ver. 03 03 20-1 (34 clicks)
Filename: iop-istruzioni-operative-ver-03-03-20-1-2.pdf
Dimensione: 555 KB

INDICAZIONI_PRELIMINARI FASE 2
Titolo: INDICAZIONI_PRELIMINARI FASE 2 (41 clicks)
Filename: indicazioni_preliminari-fase-2.pdf
Dimensione: 4 MB

Print Friendly, PDF & Email

Torna su